La tua ricerca

    19.02.2024

    Per Piazzetta Cuccia e per le Generali liste del cda in salita


    I paradossi delle nuove regole del Ddl Capitali: da un peso troppo forte delle minoranze, anche in termini di posti in consiglio, alla difficoltà di formare elenchi di candidati tanto lunghi. Con il rischio che presidente e ad vengano di fatto determinati dagli schieramenti avversi, con il voto nome per nome

     

    Milano – Quale sarà l’impatto sul sistema finanziario delle nuove norme del Ddl Capitali in approvazione in Parlamento? La domanda riguarda soprattutto la partita sul controllo di Mediobanca e Generali, visto che le discontinuità più evidenti sono state introdotte sotto l’influenza dei partecipanti a tali partite. E toccano il meccanismo della lista del cda uscente per il rinnovo dei vertici e la possibilità di introdurre un voto maggiorato fino a 10 volte.

     

    «Risulterà difficile comporre liste superiori a un terzo dei candidati, molti non si vorranno esporre non sapendo se verranno eletti - osserva Lukas Plattner, partner di Advant Nctm - Inoltre se i consiglieri di minoranza superano un terzo del cda si rischia che una minoranza di blocco provochi uno stallo rispetto alla presentazione della lista da parte del consiglio uscente. Infine, se la lista del cda non ottiene la maggioranza assoluta dei voti potrebbero verificarsi casi paradossali in cui i consiglieri tratti dalla lista consiliare rappresentano la minoranza, con effetti dirompenti sulla governante».

     

    Clicca qui per l'articolo integrale

    Growth Italia. Via al Listing Act europeo, quali novità per le Pmi
    Lukas Plattner commenta le novità che verranno introdotte con l'approvazione del Listing Act europeo
    Approfondisci
    Quotazioni più facili, ecco i vantaggi del…
    Nelle nuove regole del Listing Package europeo spiccano diverse novità, dalle mo…
    Approfondisci
    Il Ddl Capitali è solo la punta dell'Iceberg
    Il Ddl Capitali è solo la punta dell'iceberg. Semplificate le regole, servirà una politica industriale dedicata a portare le pmi sui mercati dei capitali. Clicca qui per l'articolo sul MAG di Febbraio 2…
    Approfondisci
    Con il Listing Package finalmente l'Ue semplifica le regole per le ipo
    I lavori per la definizione del Listing Package, ovvero l'insieme di proposte legislative volte a riformare le regole relative alle quotazioni in borsa nell'Unione Europea, stanno volgendo al termine dopo …
    Approfondisci
    Listing Act, operatori soddisfatti dell'accordo. Ridotti oneri e costi della quotazione
    Il pacchetto comprende nuove norme sui prospetti, sugli abusi di mercato, sulla ricerca finanziaria e sulle strutture azionarie a voto multiplo. Soddisfazione per i compromessi raggiunti e ottimismo per i…
    Approfondisci
    Italy's hunt for savers' cash leaves smaller firms high and dry
    Summary: Italy targets small savers in search for bond buyers Outflows hit small- and mid-caps on Milan bourse in 2023 Liquidity drain linked to households' bond buys raises alarm MILAN, Feb …
    Approfondisci
    Piazza sotto attacco
    DDL CAPITALI Il provvedimento diventa legge, ma alcune norme suscitano critiche e possono diminuire l'appeal del mercato azionario milanese. Le modifiche sulla lista del cda? Rischiano di essere …
    Approfondisci
    Gli (in)utili prospetti
    Il documento obbligatorio da preparare per l'ipo è arrivato a toccare le mille pagine ed è diventato illeggibile. Eppure redigerlo può costare fino a un milione. E così lo si sta riformando per ridargli un…
    Approfondisci
    DDL Capitali: le novità per le società quotate in mercati regolamentati
    Tratto da Diritto Bancario Il presente contributo si sofferma sulle novità del DDL Capitali in corso di approvazione alla Camera dei Deputati rilevanti per le società italiane quotate in mercati regolam…
    Approfondisci